Cosa fare a Lisbona in 5 giorni?

Anche se fino a soli pochi anni fa la capitale portoghese non era fra le destinazioni più popolari fra i turisti, oggi Lisbona è una delle mete preferite sia di chi viaggia in cerca di mare, sole e relax che di chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna della cultura.

Grazie ai voli a basso costo, questa splendida città costiera è perfetta per una fuga di pochi giorni e offre tantissime possibilità a portata di tutte le tasche.

Vuoi sapere cosa fare a Lisbona per 5 giorni?

Noi di Editions Nomades abbiamo pianificato un itinerario che ti permetterà di scoprire tutte le sfaccettature di questa città pittoresca.

Cosa fare a Lisbona in 5 giorni?

Lisbona ha un patrimonio storico-culturale ricchissimo ma è anche una città giovane, vivace, dove non mancano sole, mare e divertimento.

Qui di seguito ti presentiamo cosa vedere a Lisbona in 5 giorni:

1. Esplora i quartieri Bairro Alto, Santa Catarina, Chiado e Baixa

Esplora-i-quartieri-Bairro-Alto-a-Lisbona

Durante la tua prima giornata a Lisbona ti consigliamo di esplorare i suoi quartieri più famosi: Bairro Alto, Santa Catarina, Chiado e Baixa.

Sono ricchi di luoghi d’interesse che meritano di essere visti e offrono anche numerose attività interessanti da fare. Se sei in viaggio a Lisbona non puoi non includerli nella tua tabella di marcia.

  • Bairro Alto

Bairro Alto è il centro città di Lisbona, il cuore pulsante della capitale. La prima cosa che noterai sono i tanti splendidi edifici ricoperti di azulejos, le celebri mattonelle dipinte a mano tipiche dell’arte portoghese e che fanno parte del patrimonio mondiale dell’Unesco.

Il modo migliore di godersi lo spettacolo è muovendosi a piedi, anche meglio se accompagnati da una guida locale.

Dato che questo è uno dei quartieri più antichi della città, grazie al supporto di una guida potrai scoprire tutti gli eventi che hanno contraddistinto il suo passato, scoprire i suoi monumenti, i palazzi e le sue figure chiave.

Ecco alcuni dei siti più interessanti da visitare a Bairro Alto:

Il giardino Miradouro de São Pedro de Alcântara: È uno degli angoli più suggestivi e popolari di Lisbona.

Dal Miradouro de São Pedro de Alcântarasi può godere di una magnifica vista sulla parte bassa della città, con il quartiere Baixa e il Viale della Libertà.

Per accedervi bisogna risalire una piccola scala.

Oltre al panorama potrai ammirare alcune splendide statue, come quella dedicata a Eduardo Coelho.

Questo bellissimo giardino è anche un’occasione per rilassarsi un po’ dopo il tanto camminare per le vie del quartiere. Stare seduti qualche minuto sulle panchine affacciate sulla città è il modo migliore per rigenerare corpo e mente.

– Le Cais do Sodré: qui potrai trovare tantissimi bar e ristoranti dove immergersi in un’atmosfera distesa particolarmente piacevole.

– Il concept store Embaixada: un punto di riferimento per gli amanti dello shopping in visita a Bairro Alto.

Apprezzerai di certo i suoi decori particolari, oltre che gli splendidi abiti fatti a mano e gli altri oggetti unici esposti sui suoi scaffali.

– Santa Catarina: Santa Catarina è una zona famosa perché è qui che si trova il Porto di Lisbona.

Il miradouro è molto frequentato, si respira un’atmosfera rilassata e piacevole, di certo anche grazie al fiume Tago che fa da cornice.

Una delle attrazioni principali che devi assolutamente andare a scoprire (e fotografare) è Adamastor, il Gigante delle Tempeste, un’enorme statua in stile gotico che ritrae la figura mitologica creata dal poeta Camoes per simboleggiare il Capo delle Tempeste.

– Chiado e Baixa: si tratta di due quartieri situati nel sud di Lisbona. Furono costruiti dopo il terremoto del 1755 e sono facilmente raggiungibili a piedi, in metro o in tram.

Chiado è un quartiere che unisce antico e moderno. Nelle sue vie sono presenti molti luoghi turistici, tra cui:

– Vie dello shopping come Rua Garett

– Il Museu Nacional de Arte Contemporanea

– Pink street (rua Nova do Carvalho) per bar e discoteche

ll quartiere Baixa è molto frequentato e vanta una delle attrazioni più popolari di Lisbona: L’elevador de Santa Justa.

Questo ascensore panoramico ti permetterà di risalire il quartiere fino alla terrazza panoramica da dove potrai gustarti una delle viste più belle sui tetti della città, sul fiume e sull’Alfama.


2. Fai un giro per l’Alfama, visita il convento Do Carmo e guarda uno spettacolo di Fado

Fai-un-giro-per-Alfama-a-Lisbona
  • L’Alfama

È un quartiere costruito sui bastioni del Castelo Sao Jorge, fino al fiume Tago.

Ti consigliamo di esplorarlo a piedi per assorbire tutta la bellezza dei suoi dintorni, in un’alternanza di ripide salite e scale tortuose.

Fra le mete più importanti all’interno del quartiere dell’Alfama, ci sono:

– Belvedere di Portas do sol Lisbona

– Castello di Sao Jorge

– Cattedrale di Lisbona

– Belvedere di Santa Luzia

– La Fontana del Re (Chafariz d’El-Rei), e molto altro ancora.

  • Convento do Carmo

Sono le rovine dell’antico monastero dell’ordine dei Carmelitani. È un edificio a dir poco impressionante che si trova in cima a una collina sopra Lisbona, molto vicino all’ascensore di Santa Justa.

Il convento fu distrutto dal terremoto del 1755 e da allora non è stato più ricostruito. Tuttavia ciò che resta della sua struttura è spettacolare, tanto più che al suo interno è presente il Museo Archeologico Carmelitano con la sua collezione di manufatti risalenti a diversi periodi storici.

Qui si possono anche visitare le tombe di ex sovrani portoghesi, tra cui i re Dom Fernando I e Dom Fernando Sanches.

Purtroppo non sono ammessi animali domestici quindi, se sei in viaggio con il tuo amico a quattro zampe, dovrai lasciarlo fuori o non ti sarà permesso di visitare il sito.

Il Convento do Carmo è accessibile alle persone disabili e alle carrozzine.

  • Fado

Il Fado è la musica tipica del Portogallo. La sua storia e l’importanza che ha all’interno del Paese sono talmente rilevanti che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO.

Puoi forse visitare Lisbona senza assistere a uno spettacolo di Fado?

Ovviamente no!

Ecco alcuni dei migliori locali dove assistere a un’esibizione di Fado:

– Mesa de Frades: il locale si trova in un’antica cappella con decorazioni murali originali.

L’atmosfera che si respira è amichevole, con musicisti che suonano tra i tavoli, in modo da essere al centro dell’azione.

– Clube de Fado: Il Clube de Fado esiste dal 1995.

Si trova vicino alla Cattedrale di Lisbona e al suo interno di esibiscono solo i migliori musicisti di Fado del Portogallo come Maria Armanda, Machado Shares, o Maria Ana Bobone. Ottima anche la cucina.

– Casa de Linhares: Casa de Linhares è un ristorante situato nel quartiere Alfama in cui si suona il Fado tradizionale.

Non solo si può godere di buon cibo, qui potrai anche lasciarti cullare delle voci di fadisti del calibro di Vânia Duarte, Jorge Fernando, Silvana Pères, e molti altri.

– Tasca do Chico: si tratta di un bar situato nel quartiere di Bairro Alto. L’atmosfera è molto amichevole, con ottimo cibo tradizionale.

Al contrario degli altri locali che abbiamo citato, alla Tasca do Chico potrai ascoltare il Fado solamente il lunedì e il mercoledì.


3. Vai alla scoperta di Belém

Vai-alla-scoperta-di-Belem-Lisbona

Belém è in portoghese significa “Betlemme” ed è un quartiere famosissimo situato nella parte occidentale di Lisbona.

Qui potrai ammirare alcune delle attrazioni più famose della capitale portoghese:

– Il Mosteiro dos Jeronimos: questo monastero è il monumento più famoso e visitato di Lisbona, e già da lontano non è difficile capire come mai.

Imponente e con un’architettura sbalorditiva, con i suoi magnifici archi e le colonne decorate, comprende un chiostro e una chiesa (entrambi aperti ai visitatori).

– La torre di Belém: impensabile essere a Lisbona senza visitare la Torre di Belém. Oltre ad essere uno dei punti di riferimento più famosi della città, questo antico fortino che in origine doveva essere un faro, è anche patrimonio mondiale dell’Unesco.

Si trova su un piccolo scoglio vicino alla spiaggia e, dopo averlo esplorato, potrai salire in cima per ammirare la vista mozzafiato sul fiume Tago.

– Il monumento delle scoperte (Padrao dos Descobrimentos): un altro monumento famosissimo in tutto il mondo che rende omaggio alla storia marittima del Portogallo.

Il monumento raffigura è un’enorme caravella di oltre 50 metri con a bordo una ciurma formata dal celebre Henry Il Navigatore (noto esploratore portoghese) e tutte le personalità di rilievo che l’hanno supportato durante le sue missioni.

– La pasticceria storica Pastéis de Belém: che viaggio in Portogallo sarebbe senza provare la cucina tipica?

In questa storica panetteria-pasticceria potrai provare il dolce nazionale, vale a dire i famosissimi Pastéis de Belém.


4. Gita a Cascais e visita al Parque Eduardo VII

Gita-a-Cascais-e-visita-al-Parque-Eduardo-VII-Lisbona

Ti stai domandando come trascorrere il quarto giorno della tua vacanza a Lisbona?

Secondo noi vale la pena dedicare l’intera giornata a passeggiare per la città visitando alcuni dei suoi punti più importanti:

  • Cascais

Cascais è una località balneare situata a pochi chilometri da Lisbona. Ha un ricco patrimonio culturale e molte attrazioni che ti permetteranno di apprezzare appieno tutte le varie sfaccettature della cultura portoghese.

Cascais infatti è un antico villaggio di pescatori di duecentomila abitanti dove si mescolano tradizione e modernità. Il suo municipio ospita un piccolo museo: il Museu de Vila, che racconta la storia di Cascais.

Fra gli altri luoghi simbolo del luogo, ci sono:

– La cittadella: La cittadella è un’antica fortezza che un tempo era utilizzata per difendere la costa dalle incursioni nemiche.

Oggi ospita un hotel a cinque stelle: il Pestana Cidadela Cascais.

– Le spiagge: le spiagge situate nel centro della città sono più facili da raggiungere e sono risparmiate dal vento e dalle correnti marine che percuotono costantemente la costa del Portogallo.

Le più popolari sono senza dubbio La Praia da Conceição e Praia da Ribeira.

– La Boca do Inferno: la Boca do Inferno è una spaccatura scavata dalla forza delle onde nel corso dei secoli situata nella scogliera a ovest della marina di Cascais.

Oltre ad essere spettacolare da vedere, è un’attrazione di particolare impatto a causa dei suoni che produce quando le onde quando le si infrangono contro. Una delle caratteristiche che le hanno attribuito il suo nome.

La vista sull’orizzonte è magnifica e la natura circostante davvero mozzafiato.

  • Parque Eduardo VII

Situato nel centro della città di Lisbona, il Parque Eduardo VII si estende per ben 26 ettari.

Deve il suo nome al re Edoardo VII del Regno Unito che visitò il Portogallo nel 1902. Anzi, a dirla tutta, il parco gli è stato dedicato proprio con lo scopo di rafforzare i rapporti tra il Regno Unito e il Portogallo.

È l’area verde più grande del centro di Lisbona. Una destinazione ideale per la famiglia dato che qui è presente anche un’area giochi per bambini.


5. Organizza un’escursione a Sintra

Escursione-a-Sintra-Lisbona

Sintra è una splendida città turistica ricca di attrazioni mozzafiato. A renderla unica è sicuramente il suo stile architettonico denso di romanticismo.

Fra i siti che devi assolutamente visitare qui, ci sono:

– Il Palacio Nacional de Pena: un castello incredibile che svetta dalla sommità della collina alle spalle della città e che si distingue per i suoi colori accesi e l’architettura particolare.

– La Quinta da Regaleira: edificio imponente nel cuore della città, è anche uno dei simboli di Serra e Sintra e che è noto soprattutto per l’alone di mistero che lo avvolge.

Nel suo giardino, infatti, c’è un pozzo iniziatico massonico che potrebbe rappresentare il passaggio fra il bene e il male, fra la luce e l’oscurità. 

La Quinta da Regaleira è un palazzo complesso che di sicuro non mancherà di stupirti.

– Il convento dei cappuccini: oltre ad essere un patrimonio mondiale dell’Unesco, il Convento dei Cappuccini è uno dei siti più belli da visitare a Sintra. Anche se l’edificio è in rovina, resta uno dei luoghi più affascinanti non solo di Sintra ma anche di Lisbona.

Si trova non lontano dal centro storico del paese, in una foresta fitta che vuole sigillare la pace e l’austerità del convento.

Un luogo magico da visitare e anche molto meno caotico rispetto ad altre attrazioni cittadine, oltretutto molto facile da raggiungere.

Lascia un commento